Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia: Sacro Monte Calvario di Domodossola

Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia: Sacro Monte Calvario di Domodossola
Data iscrizione: 2003
Ref. 1068rev

Luogo facente parte del sito multiseriale: Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia

Il sito multiseriale è costituito dai seguenti siti (9 siti):

ID Name & Location State Party Coordinates Property Buffer Zone
1068-001 Sacro Monte o “Nuova Gerusalemme” di Varallo Sesia Italy N45 49 7.00
E8 15 17.00
5.4 ha 26.1 ha
1068-002 Sacro Monte di S.Maria Assunta di Serralunga di Crea Italy N45 5 41.00
E8 16 11.00
8.9 ha 24.1 ha
1068-003 Sacro Monte di San Francesco d’Orta San Giulio Italy N45 47 51.80
E8 24 39.70
14 ha 7.5 ha
1068-004 Sacro Monte del Rosario di Varese Italy N45 51 37.30
E8 47 35.60
14.6 ha 32.6 ha
1068-005 Sacro Monte della Beata Vergine, Oropa Italy N45 37 43.00
E7 58 41.00
15.4 ha 49.6 ha
1068-006 Sacro Monte della Beata Vergine del Soccorso, Ossuccio Italy N45 58 28.40
E9 10 10.40
ha ha
1068-007 Sacro Monte della SS.Trinità, Ghiffa Italy N45 57 49.00
E8 36 54.00
11 ha 210 ha
1068-008 Sacro Monte Calvario, Domodossola Italy N46 6 20.00
E8 17 13.00
3.6 ha 41.4 ha
1068-009 Sacro Monte di Belmonte, Valperga Canavese Italy N45 22 0.00
E7 37 53.00
14.6 ha 321.6 ha
Mappa multimediale con tutti i siti interessati: Mappa Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia

 

Descrizione:

Il Sacro Monte di Domodossola fa parte del gruppo dei sacri monti alpini inseriti nel 2003 nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

Nel 1656, due frati cappuccini scelsero il colle Mattarella, che sovrasta Domodossola, per farlo diventare un luogo che ospitasse il Sacro Monte Calvario. Nacque così una serie di dodici cappelle con un apparato decorativo di statue ed affreschi, che rappresentano le stazioni della Croce e tre cappelle che illustrano la Deposizione dalla Croce, il santo Sepolcro e la Resurrezione. In cima al colle è posto il santuario ottagonale della Santa Croce, la cui costruzione iniziò nel 1657.

 

 

 

(Fonte: whc.unesco.org/)

Link whc.unesco.org: http://whc.unesco.org/en/list/1068/

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: Di Stefano Bistolfi – Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1754917

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, whc.unesco.org

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione