Scheda Lista Propositiva del Patrimonio Mondiale

Lista Propositiva del Patrimonio Mondiale

Le procedure per l’inserimento nella Lista del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale descritte nelle relative Linee Guida Operative (scarica le linee guida: document-57-1) prevedono l’istituzione della Lista propositiva del Patrimonio Mondiale (Tentative List)

La Lista Propositiva costituisce un elenco provvisorio di siti che ogni Stato membro è tenuto a presentare al Comitato per il Patrimonio Mondiale dell’UNESCO per segnalare i beni che intende iscrivere durante gli anni successivi. Le Candidature alla Lista del Patrimonio Mondiali sono possibili solo per i siti già inclusi nella “Tentative List” . L’iscrizione di un sito nella Lista propositiva non comporta necessariamente la successiva iscrizione del sito nella Lista del Patrimonio Mondiale.

Quindi l’inserimento nella “Tentative List”  è condizione necessaria ma non sufficiente affinché un sito possa essere candidato per l’inserimento nella Lista del Patrimonio Mondiale 

La stesura di una Lista propositiva adeguata all’importanza ed alla vastità del patrimonio culturale e naturale italiano fu tra le prime attività intraprese dal Gruppo di lavoro permanente per la Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, costituito all’interno del Ministero per i beni culturali e ambientali nel 1995. La lista è stata aggiornata negli anni anche in per tenere conto delle nuove condizioni imposte dal Centro del Patrimonio Mondiale. Dall’inizio degli anni ’90 in poi, infatti, in coincidenza col crescere del numero dei Paesi che ratificano la Convenzione, si è manifestata l’esigenza di un riequilibrio nella composizione della Lista per accrescere la presenza di beni (culturali o naturali) appartenenti ad aree geografiche o culture sottorappresentate e sono state poste delle restrizioni al numero di candidature da presentare ogni anno.

E’ possibile proporre l’iscrizione di un sito nella Tentative List nel rispetto delle procedure di cui alla determinazione del 5 maggio 2011 del Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana UNESCO. La domanda di iscrizione deve essere redatta secondo il modello predisposto dal Centro del Patrimonio Mondiale e dovrà essere corredata da una documentazione più approfondita che consenta la valutazione dello Stato parte delle richieste pervenute. Tale documentazione dovrà contenere:

  • Dimostrazione dell’eccezionale valore universale del sito. E’ necessario fornire uno studio che evidenzi le caratteristiche che rendono il bene unico o di eccezionale valore universale, in relazione ai criteri definiti nelle Linee Guida.
  • Analisi comparativa. E’ uno studio dettagliato che mette a confronto il bene proposto con beni analoghi nazionali ed internazionali. Tale analisi deve dimostrare che il bene che si intende candidare possiede i valori eccezionali a livello mondiale e non solo locale o nazionale.
  • Requisiti di integrità, autenticità e condizioni di conservazione.E’ necessario illustrare le condizioni di integrità e autenticità così come definite nelle Linee guida, nonché le condizioni di conservazione del bene proposto.
  • Strumenti di tutela.I beni inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale devono essere adeguatamente tutelati. E’ quindi necessaria una verifica degli strumenti di tutela vigenti a livello nazionale o locale, anche al fine dell’individuazione del perimetro del bene. La mancanza di efficaci norme di tutela rende improponibile la candidatura.

Nota: La determinazione suddetta riguarda la candidatura anche per i siti di altre liste come La Lista del Patrimonio Immateriale dell’Umanità, le riserve di biosfera, la Lista dei Geoparchi Globali ed altre liste via via emanate in base a Convenzioni o programmi UNESCO.

Al 22/01/2017 la Lista propositiva mondiale comprende 1710 siti appartenenti a 176 stati membri. L’italia ha, nella lista 42 siti (2 siti sono stati inseriti nella WHL a luglio del 2017)

L’indirizzo aggiornato della lista sul sito UNESCO 

L’elenco dei siti italiani (aggiornato al 22/01/2017)

L’elenco dei siti italiani (aggiornato al 31/01/2017)

  1. Arcipelago della Maddalena ed isole delle Bocche di Bonifacio (01/06/2006)
  2. Bradisismo nell’area Flegrea (01/06/2006)
  3. Cascata delle Marmoree Valnerina: luoghi del Monachesimo e antiche bonifiche idrogeologiche (01/06/2006)
  4. La Cattolica di Stilo e i complessi basiliano-bizantini (01/06/2006)
  5. Cittadella di Alessandria (01/06/2006)
  6. Città-fortezza di Palmanova (01/06/2006)
  7. Giardini botanici Hanbury (01/06/2006)
  8. Centro storico diLucca (01/06/2006)
  9. Centro storico di Parma (01/06/2006)
  10. Centro storico di Pavia e Certosa (01/06/2006)
  11. Isola dell’Asinara (01/06/2006)
  12. Grotte carsiche della Puglia preistorica (01/06/2006)
  13. Paesaggi lacustri del Lago Maggiore e del Lago d’Orta (01/06/2006)
  14. La civiltà fenicio-punica in Italia: isola di Mozia e Lilibeo (01/06/2006)
  15. Orvieto (01/06/2006)
  16. Pelagos: il Santuario dei Cetacei (01/06/2006)
  17. Stagni del Golfo di Oristano e penisola del Sinis – isola di Mal di Ventre (01/06/2006)
  18. Cattedrali romaniche della Puglia (01/06/2006)
  19. Salento e centri del “Barocco leccese” (01/06/2006)
  20. Sulcis Iglesiente (01/06/2006)
  21. Taormina e Isola Bella (01/06/2006)
  22. LaValle dell’Aniene e la Villa Gregoriana in Tivoli (01/06/2006)
  23. La città di Bergamo (01/06/2006)
  24. Le paleosuperfici del Paleolitico Inferiore di Isernia La Pineta e Notarchirico (01/06/2006)
  25. I bacini marmiferi di Carrara (01/06/2006)
  26. Le Murge di Altamura (01/06/2006)
  27. I portici di Bologna (01/06/2006)
  28. La transumanza: I Regi Tratturi (01/06/2006)
  29. La Via Appia “Regina Viarum” (01/06/2006)
  30. Ville della nobiltà pontificia nel Lazio (01/06/2006)
  31. Volterra: città storica e paesaggio culturale (01/06/2006)
  32. Massiccio del Monte Bianco (candidatura come patrimonio naturale transfrontaliero con Francia e Svizzera) (30/01/2008)
  33. Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene (05/10/2010)
  34. Ivrea città industriale del XX secolo (03/05/2012)
  35. Parco Nazionale della Sila (31/01/2012)
  36. Le opere difensive di difesa veneziane del 15 e 17 secolo (09/10/2013) (nella WHL dal 2017)
  37. Grandi Terme di Europa (01/07/2014)
  38. Estensione del sito preesistente “Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e Germania” (02/02/2015) (nella WHL dal 2017)
  39. Il paesaggio culturale degli insediamenti benedettini in Italia medievale (18/03/2016)
  40. Alpi del Mediterraneo (31/01/2017)
  41. Il paesaggio culturale di Civita di Bagnoregio (31/01/2017)
  42. Padova Urbs Picta. Giotto, la Cappella degli Scrovegni e i cicli di verniciatura del 14 ° secolo (22/01/2016)

Patrimonio Culturale Materiale

Scheda Lista Propositiva del Patrimonio Mondiale

Share