Piazza del Duomo di Pisa

Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Luogo
Pisa
Piazza del Duomo di Pisa
Data iscrizione: 1987
Ref: 395
Breve sintesi

Piazza del Duomo ospita un gruppo di monumenti conosciuti in tutto il mondo. Situata in una grande distesa verde, racchiusa dalle mura della città, l’ex Ospedale della Misericordia e il Palazzo dell’Arcivescovato, la Piazza del Duomo di Pisa comprende uno dei paesaggi costruiti più rinomati al mondo. I quattro capolavori dell’architettura medievale – la cattedrale, il battistero, il campanile (la “Torre Pendente”) e il cimitero – furono eretti tra l’XI e il XIV secolo l’uno vicino all’altro, formando un insieme unico di monumenti. Una qualità sorprendente pervade il sito, emanata dal gioco di marmi e mosaici, la consueta alleanza di pareti nude e gallerie ad arco, frontoni triangolari e cupole pesanti con l’intero effetto accentuato dall’inclinazione mozzafiato del campanile.

La piazza è notevole poiché contiene opere d’arte che testimoniano lo spirito creativo del XIV secolo. I suoi monumenti riflettono una tappa così decisiva nella storia dell’architettura medievale da essere diventati un punto di riferimento per gli studi legati allo stile romanico pisano. Il Camposanto e il suo ciclo di affreschi, con particolare tipologia e destinazione d’uso, costituiscono un eccezionale esempio per la storia della pittura medievale italiana del XIV e XV secolo.

Criteri

  • Criterio (i): Artisticamente unica per la sua conformazione spaziale, la Piazza del Duomo contiene quattro capolavori architettonici assoluti: la cattedrale, il battistero, il campanile e il Campo Santo. All’interno di questi monumenti ci sono tesori d’arte di fama mondiale come le porte di bronzo e i mosaici della cattedrale, i pulpiti del battistero e della cattedrale, gli affreschi del Campo Santo e molti altri.
  • Criterio (ii): I monumenti di Piazza del Duomo hanno influenzato notevolmente lo sviluppo dell’architettura e delle arti monumentali in due diversi momenti della storia. Dapprima, dall’XI secolo fino al 1284, durante l’epitome della prosperità pisana, fu istituito un nuovo tipo di chiesa caratterizzata dalla raffinatezza dell’architettura policroma e dall’uso di logge. Lo stile pisano che apparve per la prima volta con la Cattedrale si può trovare altrove in Toscana (in particolare a Lucca e Pistoia), ma anche all’interno del territorio marittimo pisano, come mostrato in forma più umile dalla “pieve” in Sardegna e Corsica. Successivamente, durante il XIV secolo, l’architettura in Toscana fu dominata dallo stile monumentale di Giovanni Pisano (che scolpì il pulpito della Cattedrale tra il 1302 e il 1311), una nuova era dell’arte pittorica – il Trecento – fu inaugurata dopo l’epidemia di la Morte Nera (Trionfo della morte, affresco di Bonamico Buffalmacco al Campo Santo, 1350 ca.).
  • Criterio (iv): Il gruppo di monumenti della Piazza del Duomo, composto da tipici edifici religiosi costruiti per funzioni distinte e specifiche, costituisce un eccezionale esempio di architettura cristiana medievale.
  • Criterio (vi): Fu nel Duomo di Pisa che Galileo Galilei (1564-1642), osservando le oscillazioni del lampadario in bronzo realizzato da Battista Lorenzi, scoprì all’età di 19 anni la teoria dell’isocronismo delle piccole oscillazioni, preludio il suo lavoro pionieristico sulla dinamica. Dall’alto del campanile, ha condotto esperimenti, che lo hanno portato a formulare le leggi che disciplinano la caduta dei corpi. Due dei principali edifici di Piazza dei Miracoli sono quindi direttamente e tangibilmente associati a una tappa decisiva nella storia delle scienze fisiche.

(Fonte: whc.unesco.org)

Link whc.unesco.org: http://whc.unesco.org/en/list/395/

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: Di Luca Aless – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=40899041

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, whc.unesco.org

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione