Opere di Difesa Veneziane tra XVI e XVII Secolo: Città fortificata di Bergamo

Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Luogo
20 Viale delle Mura
Opere di Difesa Veneziane tra XVI e XVII Secolo : Città fortificata di Bergamo
Croazia/Italia/Montenegro
Data iscrizione: 2007. Estensione nel 2017
Ref: 1533

Luogo appartenente al sito multi seriale:  Opere di Difesa Veneziane tra XVI e XVII Secolo

Il sito multi seriale è costituito dai seguenti siti (6 siti):

ID Name & Location State Party Coordinates Property Buffer Zone
1533-001 Fortified city of Bergamo Italy N45 42 12
E9 39 49
119.61 ha 446.07 ha
1533-002 Fortified city of Peschiera del Garda Italy N45 26 20
E10 41 39
36.67 ha 143.85 ha
1533-003 City Fortress of Palmanova Italy N45 54 22
E13 18 35
193.73 ha 296.27 ha
1533-004 Defensive System of Zadar Croatia N44 6 42
E15 13 49
11.19 ha 240.45 ha
1533-005 Fort of St. Nikola, Šibenik-Knin County Croatia N43 43 17
E15 51 17
0.85 ha 523.79 ha
1533-006 Fortified city of Kotor Montenegro N42 25 25
E18 46 19
16.32 ha 99.19 ha

 

Mappa multimediale con tutti i siti interessati: Opere di Difesa Veneziane tra XVI e XVII Secolo

Mappe: 1533 maps

Descrizione

Le mura venete di Bergamo sono un’imponente costruzione architettonica risalente al XVI secolo, ben conservate non avendo subito, nei secoli, nessun evento bellico. Tale cinta è costituita da 14 baluardi, 2 piani, 32 garitte (di cui solo una è giunta sino a noi), 100 aperture per bocche da fuoco, due polveriere, 4 porte (Sant’Agostino, San Giacomo, indubbiamente la più bella e panoramica, Sant’Alessandro e San Lorenzo, quest’ultima conosciuta anche come porta Garibaldi). A tutto questo vi è da aggiungere una miriade di sortite e passaggi militari di cui, in parte, si è persa la memoria, come la Porta del Pantano inferiore, risalente al XIII secolo che era un collegamento con via Borgo Canale, mentre la porta del Pantano inferiore che era l’accesso alla parte superiore della Cittadella viscontea è scomparsa. I bastioni, esternamente, danno alla città un aspetto di fortezza inespugnabile, ma poiché furono realizzati nella seconda metà del 500, l’affermarsi del cannone a tiro parabolico bombarda ne rende di fatto il canto del cigno di tale tipologia di costruzioni militari.

(Fonte: whc.unesco.org)

Link whc.unesco.org: http://whc.unesco.org/en/list/1533/

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: Di © Steffen Schmitz (Carschten) / Wikimedia Commons / CC BY-SA 4.0, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=50183018

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, whc.unesco.org

 

 

 

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione