Ivrea Città Industriale del XX Secolo

Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Luogo
1 Via Dora Baltea
Ivrea Città Industriale del XX Secolo
Data iscrizione: 2018
Ref: 1538

 

Descrizione

La città industriale di Ivrea si trova in Piemonte e si è sviluppata come banco di prova per Olivetti, produttore di macchine da scrivere, calcolatrici meccaniche e computer da ufficio. Comprende una grande fabbrica e edifici destinati a servire l’amministrazione e i servizi sociali, oltre a unità residenziali. Progettato da importanti urbanisti e architetti italiani, principalmente tra gli anni ’30 e ’60, questo complesso architettonico riflette le idee del Movimento Comunità (Movimento Comunità). Un progetto sociale modello, Ivrea esprime una visione moderna del rapporto tra produzione industriale e architettura.

Fondata nel 1908 da Camillo Olivetti, la Città Industriale di Ivrea è un progetto industriale e socio-culturale del XX secolo. La società Olivetti produceva macchine da scrivere, calcolatrici meccaniche e computer desktop. Ivrea rappresenta un modello della moderna città industriale e una risposta alle sfide poste dal rapido mutamento industriale. È quindi in grado di fornire una risposta e un contributo alle teorie dell’urbanistica e dell’industrializzazione del XX secolo. La forma urbana e gli edifici di Ivrea sono stati progettati da alcuni dei più noti architetti e urbanisti italiani del periodo dagli anni ’30 agli anni ’60, sotto la direzione di Adriano Olivetti. La città è composta da edifici per la produzione, l’amministrazione, i servizi sociali e gli usi residenziali, che riflettono le idee del Movimento Comunità che è stato fondato a Ivrea nel 1947 sulla base del libro di Adriano Olivetti del 1945 l’Ordine politico delle Comunità (The Political Ordine delle Comunità). La città industriale di Ivrea rappresenta quindi un significativo esempio delle teorie dello sviluppo urbano e dell’architettura del XX secolo in risposta alle trasformazioni industriali e sociali, compresa la transizione dall’industria meccanica a quella digitale.

Criterio (iv): La città industriale di Ivrea è un insieme di eccezionale qualità architettonica che rappresenta il lavoro di designer e architetti modernisti italiani e dimostra un esempio eccezionale degli sviluppi del XX secolo nella progettazione della produzione, tenendo conto delle mutevoli esigenze industriali e sociali . Ivrea rappresenta una delle prime e massime espressioni di una visione moderna in relazione alla produzione, alla progettazione architettonica e agli aspetti sociali su scala globale in relazione alla storia dell’edilizia industriale e al passaggio dalle tecnologie industriali meccaniche a quelle digitalizzate.

Gli attributi della proprietà sono: la planimetria della città industriale, gli edifici e gli spazi pubblici e gli edifici residenziali sviluppati da Olivetti (compresi i loro elementi interni esistenti). L’influenza del Movimento comunitario sulla fornitura di edifici per scopi residenziali e sociali è un importante elemento immateriale, sebbene le funzioni della maggior parte degli edifici non residenziali siano cessate.

(Fonte: whc.unesco.org)

Link whc.unesco.org: http://whc.unesco.org/en/list/1538/

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: Di Plumbago Capensis – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=94586262

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, whc.unesco.org

 

 

 

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione