Centro storico di Pienza

Voti, Commenti e Esperienze utente
Dai una valutazione (da 1 a 5)
0.000
Luogo
Pienza
Centro storico di Pienza
Data iscrizione: 1996
Ref: 789
Breve sintesi

Pienza, situata sul crinale di un colle che domina la Val d’Orcia, 53 km a sud-est di Siena, nasce nel medioevo come Corsignano. La città fu ribattezzata e ridisegnata alla fine del XV secolo da Papa Pio II. Nato in questa città toscana, Enea Silvio Piccolomini divenne un importante umanista prima di essere eletto Papa nel 1458.

I concetti urbanistici rinascimentali furono messi in pratica per la prima volta quando Papa Pio II arruolò l’architetto Bernardo Rossellino per trasformare la sua città natale. Rossellino applicò i principi del suo mentore, Leon Battista Alberti, pensatore e architetto umanista,

autore del primo trattato di architettura del Rinascimento. Il Papa fu ulteriormente influenzato dal cardinale filosofo tedesco Nicolà Cusano e dalla tradizione gotica tedesca. Ciò è evidenziato all’interno del Duomo di Pienza, tipico dello stile tardo gotico delle chiese della Germania meridionale mentre l’esterno è puro rinascimentale. Il campanile fonde forme gotiche e rinascimentali.

La nuova visione dello spazio urbano è stata realizzata nella superba piazza trapezoidale nota come Piazza Pio II. La costruzione di nuovi grandi edifici intorno alla piazza iniziò nel 1459 e comprendevano la cattedrale, nonché Palazzo Piccolomini, Palazzo Borgia (o Palazzo Vescovile), il Presbiterio, il Municipio e il Palazzo Ammannati. Mentre l’impianto urbanistico medievale fu ampiamente rispettato, fu realizzata una nuova via dell’asse principale, Corso Rosselino, per collegare le due porte principali della cinta muraria medievale, anch’essa ricostruita in questo periodo. Il piano di Pio II, per sviluppare la città come sua corte estiva, prevedeva la costruzione o la ricostruzione di circa 40 edifici, pubblici e privati, che trasformarono ulteriormente la città medievale in una creazione del Rinascimento italiano. Questi includevano nuovi edifici per i cardinali nel seguito papale e 12 nuove case costruite per il generale popoloso vicino alle mura e Porta al Giglio.

Come prima applicazione del concetto rinascimentale umanista di progettazione urbana, la città occupa una posizione fondamentale nello sviluppo del concetto di “città ideale” pianificata e svolge un ruolo significativo nel successivo sviluppo urbano in Italia e oltre.

Criterio (i): L’applicazione del principio della “città ideale” rinascimentale a Pienza, e in particolare nel gruppo di edifici intorno alla piazza centrale, è risultato un capolavoro del genio creativo umano.

Criterio (ii): Il centro storico di Pienza, come prima applicazione del concetto umanista rinascimentale di progettazione urbana, doveva svolgere un ruolo significativo nel successivo sviluppo urbano in Italia e oltre.

Criterio (iv): gli edifici che circondano la piazza centrale di Pienza sono un eccezionale esempio di design umanista rinascimentale.

(Fonte: whc.unesco.org)

Link whc.unesco.org: http://whc.unesco.org/en/list/789/

Inserimento scheda: Ignazio Caloggero

Foto: Di https://www.flickr.com/people/sherseydc/ – https://www.flickr.com/photos/sherseydc/2982987528/, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5099200

Contributi informativi:  Ignazio Caloggero, whc.unesco.org

Informazioni sulla geolocalizzazione e sul tragitto per raggiungere il luogo
Visualizza il luogo con Street View (se presente). Pertinente solo se riferito a beni tangibili con indirizzo associato.
Luogo
Invia una comunicazione all'autore della pubblicazione